· Città del Vaticano ·

Un impianto per la produzione di ossigeno medicinale

Donazione del Papa a un ospedale di Baghdad

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
25 novembre 2021

È stato formalmente inaugurato ieri, mercoledì 24 novembre, a Baghdad l’impianto per la produzione di ossigeno medicinale donato da Papa Francesco al Saint Raphael Hospital, attraverso fondi messi a disposizione dalla Segreteria di Stato, dalla Congregazione per le Chiese orientali e dall’Elemosineria apostolica.

La responsabile del nosocomio iracheno, suor Maryanne Pierre, o.p. , della congregazione delle suore Domenicane della Presentazione della S. Vergine, ha espresso gratitudine per il prezioso omaggio del Santo Padre. Da parte loro Ghaleb Mansoor Sawa, direttore della struttura sanitaria, e il dottor Amjad Khacheek Majeed, capo dipartimento del laboratorio analitico, hanno confermato come il macchinario sia già regolarmente in funzione e da alcuni mesi produca l’ossigeno per i bisogni non solo del Saint Raphael, ma rifornisca altri ospedali, inclusi quelli statali, anche in altre città.

La capacità dell’impianto ha permesso di affrontare bene l’emergenza covid-19 in Iraq e sarà essenziale anche per le probabili prossime ondate della pandemia.