· Città del Vaticano ·

L’India è il Paese più coinvolto

In Asia la piaga del lavoro minorile

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 novembre 2021
Il lavoro minorile è una grave piaga sociale e un forma di sfruttamento che costringe milioni di bambini a rinunciare alla propria infanzia. Lo sviluppo della loro personalità viene sacrificato alla logica del profitto e del guadagno da parte di affaristi senza scrupoli. La loro istruzione subisce una battuta d’arresto, spesso irrimediabile, che ne compromette le future prospettive di inserimento sociale. I maltrattamenti fisici e psicologici provocano ferite difficilmente rimarginabili. Il fenomeno viene contrastato, con risultati alterni, dalla comunità internazionale e dalle sue organizzazioni, ma in alcune parti del mondo la strada è ancora in salita. Le stime parlano di quasi 17 milioni di bambini preda del lavoro minorile in Asia meridionale, di cui dieci milioni con meno di 14 anni. I dati ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati