· Città del Vaticano ·

Una trentina di afghani nel seminario di Genova

Accolti come fratelli

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 novembre 2021
«Èun’esperienza che arricchisce e che ci fa comprendere quanto sia importante donarsi agli altri e fraternizzare tra più comunità. Il nostro auspicio è che queste persone possano inserirsi nella nostra società e poter condurre una vita normale»: è quanto racconta al nostro giornale don Tommaso Danovaro, vice rettore del seminario arcivescovile Benedetto xv di Genova, dove hanno trovato alloggio lo scorso settembre, in stanze già attrezzate, tre famiglie, in tutto circa 30 persone, provenienti dall’Afghanistan, accolte dalla Chiesa locale tramite l’intervento coordinato della Caritas diocesana e che vede coinvolte la fondazione Auxilium e la cooperativa sociale Il Melograno. «Quella dell’ospitalità afghana — spiega il sacerdote — è un’esperienza che non si ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno