· Città del Vaticano ·

Dalla spianata di Cuatro Vientos alla preghiera in Piazza San Pietro

Per resistere nelle tempeste

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 novembre 2021
«Hai preso l’ombrello?» è la quintessenza dell’attenzione materna, di quella previdenza che ci insegna a guardare il cielo e a mettere in conto quanto potrà avvenire. Vi sono luoghi, è vero, dove quella domanda nemmeno è pronunciata, o perché il cielo si gonfia di pioggia ogni giorno, o perché di nubi non se ne vedono mai. In entrambi i casi ci si veste di conseguenza e non occorre organizzarsi con particolari equipaggiamenti. Ha il suo fascino, però, ascoltare l’eco di un interrogativo che esprime il nostro bisogno di cura: solo insieme le circostanze non ci travolgono con la loro mutevolezza, imparando l’uno dall’altro, richiamandoci all’attenzione fin dalle piccole cose. Piace però ai giovani camminare sotto la pioggia. E se non piace, poco importa: gli ombrelli ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati