· Città del Vaticano ·

Oltre 100 morti negli attacchi in un centro per sfollati interni e villaggi nell’est

Massacro nella Repubblica Democratica del Congo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 novembre 2021
Kinshasa, 23. Violenze e brutalità nella Repubblica Democratica del Congo continuano a colpire civili inermi. È di almeno 107 morti il bilancio di una serie di attacchi armati sferrati, tra domenica e lunedì scorsi, contro un centro per sfollati interni e i villaggi circostanti nella provincia orientale dell’Ituri. Lo riferiscono fonti militari e il Kivu security tracker (Kst), che monitora le violenze e l’attività dei gruppi armati nella regione. «La stragrande maggioranza dei morti sono civili», ha affermato il Kst, attribuendo gli agguati al gruppo armato Cooperativa per lo sviluppo del Congo (Codeco), che rivendica la difesa degli interessi della comunità Lendu, costituita da agricoltori, in contrasto con i pastori Hema. Rivalità secolari che innescano frequenti conflitti per ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati