· Città del Vaticano ·

L’insegnamento della Dottrina sociale della Chiesa

Economia al servizio dell’uomo e pane quotidiano distribuito a tutti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 novembre 2021
Ancora trasaliamo al “grido d’angoscia” con cui i popoli della fame interpellano i popoli dell’opulenza, come san Paolo vi nel 1967. Come allora, urge riconsiderare il funzionamento concreto dei mercati internazionali: «La legge del libero scambio non è più in grado di reggere da sola le relazioni internazionali. I suoi vantaggi sono certo evidenti quando i contraenti si trovino in condizioni di potenza economica non troppo disparate… La cosa cambia, però, quando le condizioni siano divenute troppo disuguali da Paese a Paese: i prezzi che si formano “liberamente” sul mercato possono, allora, condurre a risultati iniqui» (Populorum progressio 58). «Così finisce che i poveri restano ognora poveri, mentre i ricchi diventano sempre più ricchi» (Populorum progressio 57). Da diversi ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati