· Città del Vaticano ·

Fumetti

Don Lorenzo contro le intemperie

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 novembre 2021
La tempesta imperversa per tutto il libro: malattie come la pellagra e il vaiolo; siccità, inondazioni, carestie e speculazioni; l’emigrazione come unica alternativa. È un quadro di completo e totale sfruttamento degli ultimi quello che emerge dal ritratto del Trentino a fine Ottocento. Nella tempesta, però, si apre un ombrello, tenuto saldamente in mano da un uomo tenace, innamorato del suo gregge, coraggioso e illuminato. E piano piano quell’ombrello si allarga ad abbracciare un’intera comunità. Le metafore possibili sarebbero tante, ma quella dell’ombrello ci pare la più pertinente per raccontare la storia di don Lorenzo Guetti (Vigo Lomaso 1847 – Fiavè 1898), figlio di contadini giudicariesi, curato di campagna, riformatore sociale e padre della cooperazione trentina, che promosse il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati