· Città del Vaticano ·

Una nuova base per far fronte alla crisi migratoria

La Lituania rafforza la presenza militare al confine con la Belarus

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
20 novembre 2021
Minsk, 20. Le forze armate della Lituania hanno costruito, in un’area industriale della città di Druskininkai al confine con la Belarus, una base militare per poter alloggiare un maggior numero di soldati a protezione della frontiera. L’iniziativa fa seguito alla decisione del governo di Vilnius di imporre lo stato d’emergenza in una fascia profonda 5 chilometri lungo il confine con la Belarus, ampliando i poteri dell’esercito nella zona. La crisi migratoria e la conseguente «preoccupante» situazione al confine tra la Belarus e l’Unione Europea sono state al centro di una telefonata tra il presidente lituano Gitanas Nauseda e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Ne ha dato notizia l’ufficio di cancelleria a Berlino che in una nota afferma che la Merkel ha assicurato alla Lituania la piena solidarietà della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati