· Città del Vaticano ·

La stanza della memoria

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 novembre 2021
Forziere di volti e immagini, diario intimo di incontri e ricordi, in un contrappunto di note tramutate in dialoghi: sono gli Accordi. 40 personaggi della mia vita, opera postuma di Lorenzo Arruga, eseguiti con brio nel libro edito da pochi giorni dalla casa editrice Archinto. Trecento pagine di una colorata partitura in cui l’inconfondibile accento del noto critico musicale, sapiente narratore di storie, riecheggia a volte a voce piena, altre volte, invece, in falsetti, offrendo così al lettore la possibilità di trovarsi catapultati in quaranta rendez-vous con altrettanti personaggi illustri che hanno segnato la storia della musica, del teatro, della cultura degli ultimi sessant’anni e più. L’autore regala al lettore un privilegio di non poco conto: accomodarsi accanto a lui in un immaginario salotto per poter ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati