· Città del Vaticano ·

Rivendicato dal sedicente stato islamico

Duplice attentato nella capitale dell’Uganda

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 novembre 2021
Kampala, 17. Il sedicente stato islamico (Is) ha rivendicato l’attentato di ieri a Kampala in cui sono morte almeno tre persone e 33 sono rimaste ferite. Sono state due le esplosioni che hanno colpito la capitale dell’Uganda: la prima a piazza della Costituzione e la seconda, pochi minuti dopo, presso viale del Parlamento. Questa esplosione ha danneggiato anche un edificio della polizia (tra i morti ci sono almeno due poliziotti), il Palazzo delle assicurazioni e il Jubilee Insurance Building, che ospita gli uffici dell’Ispettore generale del governo. Il presidente del Parlamento, Jacob Oulanyah, è stato fatto uscire dall’aula. Anita Among, vicepresidente dell’Assemblea, ha sospeso le sedute e ha chiesto ai parlamentari di rimanere a casa, come si legge in una dichiarazione rilasciata dal segretario del Parlamento, Adolf ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati