· Città del Vaticano ·

Dopo i sanguinosi scontri a fuoco nel Nagorno-Karabakh

Cessate il fuoco tra Azerbaijan e Armenia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 novembre 2021
Mosca , 17. L’Armenia e l’Azerbaijan hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco mediato dalla Russia, ponendo fine alle ostilità scoppiate ieri lungo il confine condiviso, vicino alla regione contesa del Nagorno-Karabakh (Caucaso meridionale). Lo ha confermato un comunicato del ministero della Difesa di Erevan. L’accordo giunge al termine di una giornata durante la quale i governi di Armenia e Azerbaijan si sono accusati reciprocamente per gli scontri avvenuti in particolare nella zona di Syunik. Quella di ieri è stata una delle giornate più tese nella regione dal 9 novembre dello scorso anno, quando Baku ed Erevan raggiunsero la tregua per porre fine ai sanguinosi scontri a fuoco nel Nagorno-Karabakh. A chiedere subito un cessate il fuoco totale dopo le tensioni di ieri è stata l’Unione europea, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno