· Città del Vaticano ·

Ridare slancio allo spazio urbano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 novembre 2021
La riapertura senza vincoli dei musei e degli edifici per lo spettacolo segna il vero spartiacque nei confronti della pandemia. La possibilità di ritrovarsi all’interno di sale nuovamente affollate, rappresenta la liberazione, soprattutto psicologica, dai vincoli che hanno profondamente alterato una vita sociale normale. Tralasciando ogni valutazione medico-scientifica sull’opportunità e la giustezza che ha portato a questa scelta politica, l’esito è sicuramente determinante per incominciare a recuperare condizioni di equilibrio nel rapporto con gli altri, in molti casi compromesse durante questi due anni. Non si tratta infatti solo di poter rivedere un film sul grande schermo, assistere a uno spettacolo teatrale percependo la sintonia degli altri spettatori o misurare l’interesse di una mostra anche attraverso la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati