· Città del Vaticano ·

Tornare alle radici e seguire il Vangelo

09 novembre 2021
Il cuore sanguina. Soffre, si soffre, pensando al dolore innocente di vite candide violate da chi dovrebbe portare la carezza del Risorto, e invece ha inferto la più pesante della mannaie, la violazione dell’intimità personale. Il cuore sanguina. Pensando al silenzio lungo, lunghissimo e assordante, di quanti avrebbero potuto sapere e capire, e non hanno voluto sapere né comprendere. Il cuore sanguina. Per una Chiesa provata e ferita, quella francese, che ci ha dato Pascal e Bernanos, Mauriac e Peguy, Claudel e Maritain. Oltre a de Lubac, Congar e Chenu. Lo svelamento di una “sistemica” situazione di abusi da parte di membri del clero e di operatori pastorali d’Oltralpe opera una doverosa e necessaria operazione-verità, come ha chiesto Papa Francesco: «La vittima al centro». È un passaggio ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno