· Città del Vaticano ·

Sulle orme (mai sbiadite) di don Bosco

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
08 novembre 2021
Il 1° novembre si è conclusa la cinquantacinquesima edizione di quella che, a tutti gli effetti, è la più grande manifestazione italiana (ed europea) dedicata ai prodotti di cultura “pop” (fumetti, giochi da tavolo, videogiochi e molto altro): il Lucca Comics & Games. Un evento inizialmente rivolto agli appassionati del settore ma che nel corso della sua pluridecennale storia è cresciuto fino a diventare un fenomeno in grado di attirare migliaia di persone, compresi giovanissimi accompagnati dai genitori: da anni infatti è uno spettacolo assolutamente comune vedere, durante i giorni della manifestazione, girare per le strade di Lucca intere famiglie, spesso mascherate come i loro personaggi preferiti di un videogioco, o di un film, o di altro. La presenza di famiglie unite dalla passione per ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati