· Città del Vaticano ·

L’Europa ritorna epicentro della epidemia di covid-19

05 novembre 2021
Bruxelles , 5. L’aumento del numero di casi di covid-19 in Europa è fonte di «grave preoccupazione» e, a questo ritmo, l’area rischia di registrare un altro mezzo milione di morti entro il prossimo febbraio. Il direttore dell’Organizzazione mondiale per la Sanità (Oms) in Europa, Hans Kluge, ha lanciato l’allarme, avvertendo che il Continente «è ancora una volta all’epicentro» della pandemia. Con 78 milioni di casi nella regione europea dell’Oms, che abbraccia 53 Paesi e territori e comprende diverse nazioni dell’Asia centrale, il bilancio cumulativo ha ora superato quello del sudest asiatico, della regione del Mediterraneo orientale, del Pacifico occidentale e dell’Africa messi insieme, ha riferito l’organizzazione dell’Onu. Gli aumenti dei contagi sono stati osservati «in tutti ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno