· Città del Vaticano ·

In un intervento del cardinale Grech

La sinodalità: antidoto a una visione statica della Chiesa

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 novembre 2021
«La missionarietà e la sinodalità sono due facce della stessa medaglia, la Chiesa». E se la Chiesa vuole «compiere il suo dovere di comunicare il Vangelo, non può non essere una Chiesa sinodale». Lo ha sottolineato il cardinale Mario Grech intervenendo nei giorni scorsi all’inaugurazione dell’anno accademico 2021-22 della Pontificia università Urbaniana. Nell’articolata prolusione svolta durante la cerimonia il segretario generale del Sinodo dei vescovi ha ribadito che «né la missionarietà e neppure la sinodalità sono scelte facoltative». Ma, ha precisato, «la sinodalità non si improvvisa: dobbiamo formarci ed esercitarci nelle virtù sinodali». Sviluppando la sua riflessione sul tema «Una Chiesa costitutivamente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati