· Città del Vaticano ·

Un deserto avanza in Europa

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 novembre 2021
Mosca , 3. Un deserto avanza inesorabile in Europa. Nella Kalmykia, una Repubblica meridionale della Federazione russa, situata non lontano da Volgograd (ex Stalingrado), sono evidenti ormai chilometri di steppa polverosa e dune di sabbia. La continua erosione quasi totale del suolo calmucco hanno lasciato alla piccola Repubblica il poco invidiabile soprannome della regione abitata più arida dell'intero continente europeo. Oggi più dell'80 per cento del territorio ha caratteristiche desertiche o semidesertiche, tendenza che difficilmente si invertirà a breve. Prima di tutto, c'è il riscaldamento globale. Tra il 2012 e il 2020, gli effetti del cambiamento climatico hanno portato a un aumento della temperatura di un grado e mezzo. I periodi di estrema siccità sono diventati progressivamente più ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati