· Città del Vaticano ·

Lettera dei cardinali Koch e Grech ai vescovi

Dimensione ecumenica del processo sinodale

03 novembre 2021
«Dato che l’ecumenismo può essere inteso come uno “scambio di doni”, uno dei doni che i cattolici possono ricevere dagli altri cristiani è proprio l’esperienza e la comprensione della sinodalità». Prende spunto da questa premessa la lettera congiunta che i cardinali Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, e Mario Grech, segretario generale del Sinodo dei vescovi, hanno indirizzato lo scorso 28 ottobre ai presuli responsabili dell’ecumenismo nelle Conferenze episcopali e nei Sinodi delle Chiese orientali cattoliche. Nella missiva i due firmatari offrono suggerimenti pratici affinché la dimensione ecumenica del processo sinodale possa realizzarsi nelle diocesi, negli episcopati nazionali e nei Sinodi delle gerarchie orientali. Del resto il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno