· Città del Vaticano ·

La disputa sulla pesca ha acuito le tensioni tra Francia e Inghilterra

Alla ricerca di un compromesso

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 novembre 2021
Londra, 3. Parigi e Londra stanno valutando nuove strategie per risolvere la controversia sulla pesca in acque territoriali che li vede una di fronte all’altra. L’ultimatum della Francia alla Gran Bretagna nell’ambito della “guerra della pesca” è momentaneamente sospeso, e la discussione sta proseguendo in queste ore in Commissione Ue. Il ministro britannico per la Brexit, David Frost, e il suo omologo francese per gli affari europei, Clément Beaune, terranno colloqui a Parigi, giovedì 4 novembre. La Francia ha assicurato che nessuna sanzione sarà applicata prima di questa riunione. Accogliendo con favore la decisione francese di rinviare il suo piano punitivo, il governo britannico ha dichiarato, tramite il suo portavoce: «Siamo assolutamente pronti a concedere più licenze se verranno fornite ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno