· Città del Vaticano ·

Il dramma del sisma del 2016 nell’ultimo romanzo di Franco Faggiani

Vigili, del fuoco e non solo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 novembre 2021
È dedicato al corpo dei vigili del fuoco il nuovo romanzo di Franco Faggiani Tutto il cielo che serve (Roma, Fazi, 2021, pagine 280, euro 18) e, scorrendone le pagine, si comprende il perché. La vicenda si snoda intorno al sisma che coinvolse nell’agosto del 2016 Amatrice e molti altri centri in un’area che abbraccia quattro regioni: Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio. La protagonista del libro, voce narrante, è Francesca Capodiferro, una geologa e vigile del fuoco che si trova vicino all’epicentro del terremoto solo per caso. È stata infatti incaricata di valutare certe crepe apertesi in una faglia a 1600 metri, in montagna, nell’ascolano. L’incipit del romanzo farebbe pensare a una storia lieve, a tratti ironica perché il maggiore Rossetti non si aspettava che il caposquadra Capodiferro fosse una donna, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati