· Città del Vaticano ·

Più di mille parole

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
29 ottobre 2021
La siccità sta completamente prosciugando il lago Tuz, in Turchia. Esteso per 1.165 chilometri quadri, il bacino ipersalino — secondo per dimensioni nel Paese — è diventato uno dei simboli delle conseguenze disastrose del cambiamento climatico. Uno studio dell’università dell’Egeo, condotto con immagini satellitari, ha rivelato che le acque del lago Tuz hanno cominciato a scendere agli inizi del 2000 (Afp)

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati