· Città del Vaticano ·

La Madonna del Ghisallo e il Giro di Lombardia

Pedalando verso il santuario dei ciclisti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 ottobre 2021
Il Giro di Lombardia, la “classica delle foglie morte”, ha una storia secolare che racconta leggende mitiche di grandi campioni e luoghi simbolo del ciclismo, salite iconiche per la loro durezza. Al Lombardia, poi, c’è una salita più salita della altre: non per una questione altimetrica o di gradiente, però. Qui siamo nel campo della mistica vera e propria. Si tratta dalla salita del Ghisallo, un “santuario del ciclismo” e non solo in senso figurato. La strada che porta al valico in realtà si può percorrere in almeno tre modi, senza contare le tante possibilità offerte dalle varianti secondarie. Ma la salita vera e propria, quella che è tappa fissa del Lombardia, parte da Bellagio, esplora i ripidi colli del comasco fino a raggiungere, dopo un breve tratto in saliscendi, un piazzale ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno