· Città del Vaticano ·

San Francesco nel xxi secolo secondo Domenico Paoletti

Piccolo perché vicino

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
27 ottobre 2021
Può parere inattuale parlare di prossimità in tempo di covid, quando vige un distanziamento dei corpi imposto dalla pandemia ancora in atto, come pure interrogarsi sul concetto di minorità, in un tempo in cui paiono ampiamente diffusi il desiderio di visibilità e successo, il perseguire soprattutto affermazioni personali. Ma forse è proprio per queste ragioni che più forte diviene la riflessione su valori fondanti del dettato evangelico di cui Francesco d’Assisi si fece portatore. Possono sembrare valori inattuali, allora come ora, ma la portata rivoluzionaria di Francesco fu proprio nell’andare controcorrente, sulle orme di Gesù, secondo una logica che vede prima d’ogni altra cosa la necessità di farsi “minore” per poter dare vita alla relazione con l’altro, alla prossimità. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno