· Città del Vaticano ·

Gli effetti del cambiamento climatico su economia e popolazione

L’anno più caldo per l’Asia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
27 ottobre 2021
Il 2020 è stato l’anno più caldo mai registrato in Asia. A renderlo noto è l’ultimo report della Organizzazione metereologica mondiale (Wmo) uscito martedì. Le temperature registrate hanno superato di 1,39 gradi la media degli anni 1981-2010. Tutto il continente è stato colpito dal cambiamento climatico: dall’Oceano Indiano fino al Circolo Polare Artico dove lo scorso anno è stata toccata la temperatura più alta a quelle latitudini: 38 gradi nella città russa di Verkhoyansk, in Jacuzia. Commentando i risultati del report, Petteri Taalas, segretario dell’organizzazione, ha fatto una lunga lista degli eventi climatici che si sono manifestati in tutto il continente come conseguenza del cambiamento climatico. «Alluvioni, tempeste e siccità» ha dichiarato «hanno ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati