· Città del Vaticano ·

Un gesto semplice
Da compiere con l’altro

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
26 ottobre 2021

Per la Chiesa è il momento della sinodalità, del camminare insieme. Un momento che dura da oltre due millenni. Ed è da molto tempo che anche Papa Francesco insiste su questo aspetto che quindi non è un “tema” ma l’essenza stessa della Chiesa. Per camminare insieme però bisogna saper camminare, e non è una cosa facile né scontata. Per questo abbiamo pensato di dedicare il presente Primo Piano del giornale al camminare chiedendo informazioni e consigli a persone che hanno riflettuto, oggi e nel passato, su questo gesto che ci qualifica come esseri umani: è l’homo erectus, bipede, che può pro-gredire, fare un passo dopo l’altro e procedere in avanti stando in piedi sulla terra. E approfondendo si scoprono tante cose interessanti: innanzitutto che bisogna riconoscere che se è vero che per camminare insieme si deve prima saper camminare, è però vero anche il contrario, cioè che per camminare bisogna saper camminare insieme. Infatti noi impariamo a camminare collaborando insieme ai nostri genitori. Questo può valere anche per la Chiesa, che a volte sembra aver perso il passo e può recuperarlo solo se lo fa insieme, con tutte le membra del corpo che si muovono sinergicamente. Un gesto antico, “radicale”, il camminare, del resto è il primo gesto di Dio, dopo quello
della creazione e del riposo, così almeno racconta la Bibbia che, nel momento della caduta dei nostri progenitori, racconta di Adamo ed Eva
che si nascosero perché «udirono il Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno» (Genesi 3, 8). Forse Dio in quel momento pone la famosa domanda «Adamo, dove sei?» solo perché voleva qualcuno con cui condividere la sua passeggiata. E il Figlio è tutto suo padre, non fa altro che passare, e quando passa e vien accolto, tocca e guarisce le persone riabilitandole come fa con il cieco Bartimeo protagonista del Vangelo di domenica scorsa, il quale prima sedeva lungola strada, e dopo invece si mette a seguire Gesù lungo la strada, camminando insieme a Lui.

di Andrea Monda