· Città del Vaticano ·

I dati dell’emergenza in un rapporto della Fao e del Wfp

L’Afghanistan sull’orlo di una delle peggiori crisi umanitarie

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
26 ottobre 2021
Kabul , 26. Le Nazioni Unite hanno lanciato l’allarme: l’Afghanistan è sull’orlo di una delle peggiori crisi umanitarie al mondo. Il 98% della popolazione è sulla soglia della povertà. «Questo inverno milioni di afghani saranno costretti a scegliere tra la migrazione e la fame, a meno che non interveniamo per assisterli», ha affermato David Beasley, direttore esecutivo del World Food Programme. La Fao e il Wfp hanno pubblicato un nuovo rapporto della Classificazione integrata della sicurezza alimentare (Ipc). Cosa emerge? Principalmente, mancano soldi e cibo. Il 40% dell’economia afghana dipende da aiuti esterni e il 78% dell’energia proviene da paesi vicini. Poi, il 72% degli afghani vive con meno di un dollaro al giorno. Significa che, secondo gli ultimi dati, tantissimi cittadini non riescono a ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati