· Città del Vaticano ·

Con la firma degli accordi di pace di Parigi

Trent’anni fa la fine della guerra in Cambogia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
25 ottobre 2021
Quest’anno ricorre il trentesimo anniversario degli Accordi di pace di Parigi (Ppa), che hanno segnato la fine della lunga guerra civile in Cambogia. La storica intesa, siglata il 23 ottobre 1991, e il successivo lavoro dell’Autorità transitoria delle Nazioni Unite in Cambogia (Untac) hanno posto le basi per la transizione democratica del Paese dopo il periodo traumatico del brutale governo dei Khmer Rossi di Pol Pot (1975-79) e la successiva occupazione da parte del Vietnam (1979-89), facilitando il ritorno di più di 360.000 rifugiati e aprendo la strada alle prime elezioni generali nel 1993, in cui ha votato il 90 per cento della popolazione. Durante la dittatura di Pol Pot è avvenuto uno dei più drammatici stermini di massa del Novecento: in meno di quattro anni, un quarto dei cambogiani furono massacrati. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati