· Città del Vaticano ·

A Brescia la beatificazione di suor Lucia dell’Immacolata

Santità nel quotidiano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 ottobre 2021
Le cose ordinarie possono essere vissute in modo straordinario. Lo dimostra la vita di suor Lucia dell’Immacolata, al secolo Maria Ripamonti, delle Ancelle della carità. Un’esistenza donata agli altri, senza timore di compromettersi in prima persona, come quando mediava con i datori di lavoro per ottenere un posto a molti giovani disoccupati. La suora viene beatificata dal cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, sabato mattina, 23 ottobre, nella cattedrale di Brescia. Suor Lucia era nata ad Acquate (Lecco), il 26 maggio 1909, da Ferdinando e Giovanna Pozzi, quinta figlia del secondo matrimonio del padre. Nel 1918, per aiutare la numerosa famiglia, abbandonò la scuola e iniziò a lavorare nella filanda. Contemporaneamente, si dedicò alla vita parrocchiale, in oratorio e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati