· Città del Vaticano ·

Calpestati i diritti delle donne

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 ottobre 2021
I talebani, tornati al potere in Afghanistan, avevano assicurato che avrebbero rispettato i diritti delle donne, ma nel frattempo è stato fatto loro divieto di accedere a spazi pubblici senza un tutore e quello che era il ministero per gli Affari femminili è stato trasformato nel dicastero «per la Propagazione della virtù e la Prevenzione del vizio», con uffici occupati solo da uomini che stabiliranno linee guida sull’abbigliamento e i comportamenti ritenuti appropriati. Non un buon segnale questo, secondo quanto rileva l’Alto commissariato dell’Onu per i diritti umani, rispetto all’impegno dichiarato dal nuovo governo di volere garantire i diritti delle donne compiendo passi concreti in questo settore in cooperazione con la comunità internazionale. Dunque, secondo l'Alto Commissario Michelle ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno