· Città del Vaticano ·

Ufficio oggetti smarriti

In cerca di fortuna

original.jpg
19 ottobre 2021
È stato terribile. Ogni tanto, circa la vita degli emigrati italiani all’estero, andrebbe detta la verità. E la verità, di solito, è tollerabile nascosta in un sorriso. A questo serviva la commedia italiana del dopoguerra, a dire la verità magari facendoci sorridere e Alberto Sordi, con la sua infinita gamma di maschere, ci è riuscito spesso. Talvolta in maniera indimenticabile. Il calendario dell’ufficio oggetti smarriti ci segnala una ricorrenza, Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata (di Luigi Zampa) compie cinquant’anni. È uscito in fatti nel 1971 ma non ha perso un briciolo dell’efficacia nel restituirci la difficilissima condizione di vita degli emigrati italiani in Australia. Il cinema ha spesso mostrato e celebrato una certa faccia dell’emigrazione ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati