· Città del Vaticano ·

A colloquio con Antonia Arslan e Siobhan Nash-Marshall

Il dovere di scegliere

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
18 ottobre 2021
Antonia Arslan, scrittrice, saggista, traduttrice, di origine armena, già professoressa di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Padova (tra i suoi libri La masseria delle Allodole e La strada di Smirne) e Siobhan Nash-Marshall, titolare della Mary T. Clark Chair of Christian Philosophy al Manhattanville College di New York, autrice di libri e articoli accademici di filosofia teoretica (come il fondamentale testo su Severino Boezio). Le incontro in un pomeriggio a Ferrara in occasione di un festival in cui si parla di giovani, di amicizia, di libertà, di fede. Rimango colpito dai loro interventi e dal loro rapporto che emerge man mano che si sviluppa la discussione. Penso che sarebbe bello incontrarle ancora per approfondire i temi che hanno trattato, perché si tratta di questioni che ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati