· Città del Vaticano ·

Una speranza per immaginare di perdonare l’imperdonabile

16 ottobre 2021
«Una teologia della memoria in tempi di abusi sessuali commessi dal clero» per ritrovare «quella speranza che ci consente di immaginare il perdono dell’imperdonabile»: a presentarne contenuti e prospettive è il gesuita padre Marcel Uwineza in un articolo pubblicato sul quaderno 4112 de «La Civiltà Cattolica», in uscita oggi, sabato 16 ottobre. «Se è vero che la memoria costituisce il grembo della storia e della teologia — scrive — in un mondo violento la teologia deve prendere le mosse proprio dai luoghi delle ferite». E così padre Uwineza — che ha perdonato chi ha commesso l’eccidio della sua famiglia nel 1994 in Rwanda — propone «una rivisitazione del rapporto tra l’umanità e la Chiesa di Dio ferito dagli abusi sessuali del clero sui minori, ma ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno