· Città del Vaticano ·

Giappone: cresce il divario tra ricchi e poveri

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 ottobre 2021
Anche il Giappone soffre della malattia economica più diffusa nei Paesi occidentali: il crescente divario economico tra ricchi e poveri. La forbice sociale, scrive l’agenzia Reuters, nel Paese del Sol levante è aumentata sensibilmente negli ultimi otto anni e la causa principale sarebbero le politiche economiche attuate in due mandati dall’ex premier Shinzo Abe, al potere dal 2012 al 2020, conosciute come “Abenomics”. Le “Abenomics” sono un insieme di politiche monetarie, fiscali e strategie di crescita (una formula piuttosto pomposa per riferirsi alle riforme strutturali), che avevano l’obiettivo di migliorare l’economia nazionale, afflitta in maniera cronica dalla deflazione. Nonostante i vari campi di intervento, dall’occupazione femminile alla riforma del mercato del lavoro agli interventi monetari sul mercato della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati