· Città del Vaticano ·

Imparare a conoscersi giocando

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 ottobre 2021
In genere in queste pagine consigliamo e recensiamo per i nostri lettori dei buoni libri. Oggi, forse per la prima volta, recensiamo un gioco. Si può fare cultura — e anche azione sociale — attraverso un gioco? Sì, si può, se il tema del gioco è quello della relazionalità. Questione ampiamente dibattuta, perché il deficit nelle relazioni è causa ed effetto di quella crisi dei rapporti umani che domina i tempi attuali, fino a prefigurare, secondo alcuni, cambiamenti antropologici in corso. Atomizzazione dei ruoli nella società, comunicazione subita o altrimenti gridata, individualismi e particolarismi, digitalizzazione spersonalizzante, egocentrismi che spesso degenerano in narcisismo. Tutti segni di una difficoltà crescente a relazionarsi, a esprimersi in verità, e a ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno