· Città del Vaticano ·

Aperto a Roma il processo per la morte di Giulio Regeni

14 ottobre 2021
Roma , 14. La presidenza del Consiglio dei ministri italiana si è costituita parte civile nel processo sull'omicidio di Giulio Regeni, iniziato oggi davanti alla terza Corte d’assise di Roma. Un’udienza “tecnica”, totalmente assorbita da questioni procedurali. Il primo nodo è quello legato all’assenza in aula dei quattro agenti dell’intelligence egiziani accusati del sequestro e dell’omicidio del giovane ricercatore: il generale Sabir Tariq, i colonnelli Usham Helmi, Athar Kamel Mohamed Ibrahim, e Magdi Ibrahim Abdelal Sharif. I giudici dovranno valutare se la mancata partecipazione dei quattro imputati è stata volontaria o meno. Giulio Regeni, dottorando friulano all’Università di Cambridge, scomparve il 25 gennaio del 2016 al Cairo. Il cadavere del giovane venne poi trovato il 3 febbraio lungo il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno