· Città del Vaticano ·

Il nuovo rapporto di Caritas e Migrantes

Alla ricerca dell’inclusione

14 ottobre 2021
Roma, 14. Com’è cambiata la condizione dei cittadini stranieri in Italia durante il Covid-19? A questa domanda vuole rispondere il nuovo Rapporto Immigrazione a cura di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, dal titolo «Verso un noi sempre più grande», presentato oggi a Roma. Il rapporto afferma che il tasso di occupazione dei cittadini stranieri, pari al 60,6%, si è ridotto più intensamente rispetto a quello dei cittadini italiani. «Le donne immigrate hanno sofferto maggiormente la crisi, con una riduzione del tasso di occupazione due volte maggiore rispetto agli uomini». Inoltre, esse «rappresentano all’incirca la metà delle donne assistite nei centri antiviolenza». Dei 1.538 morti sul lavoro, 224 erano cittadini stranieri e, nel 70% dei casi, extracomunitari. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno