· Città del Vaticano ·

Quasi un amore folle

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
12 ottobre 2021
Un libro pubblicato di recente da Qiqajon Cristo nei romanzi di Dostoevskij di Simonetta Salvestroni (Bose, 2021, pagine 99, euro 10), offre l’occasione di tornare a riflettere sull’immagine di Gesù che anima e rende viva l’opera dello scrittore russo di cui quest’anno si celebra il bicentenario della nascita. Scriveva Berdjaev che «per tutta la sua vita Dostoevskij portò in sé un sentimento esclusivo, unico, di Cristo, quasi un amore folle per la sua persona» (Mirosozercanie Dostoevskogo, Praha, 1923, p. 26). Di questo grande centro che occupa Cristo nella vita di Dostoevskij nel saggio vengono presentate alcune sue irradiazioni nei romanzi della maturità dello scrittore. Il primo episodio in cui questa luce viene a rischiarare la tenebra di un’umanità a vario modo degradata e corrotta ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno