· Città del Vaticano ·

Monito della vicepresidente della Commissione

L’Unione europea:

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
12 ottobre 2021
La forza dell’Unione europea è nel suo «anello debole». La vicepresidente della Commissione Věra Jourová avverte tutti i paesi membri, Polonia ed Ungheria in primo luogo: l’anello fragile, delicato, che fa girare tutto il meccanismo delle istituzioni comuni europee, è il rispetto «delle stesse regole nello stesso modo, ovunque nell’Unione». Manomettere l’anello debole — il primato del diritto comunitario su quello nazionale — avverte la numero due dell’organo esecutivo europeo, mette a rischio implosione tutta l’Unione. La forza della Ue, avverte, paradossalmente sta nella debolezza, nell’autolimitazione degli stati membri. All’indomani della marcia popolare a Varsavia, con centomila persone a sfilare contro la sentenza della Corte costituzionale polacca che ha negato il primato del diritto ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno