· Città del Vaticano ·

Denunciata nuova offensiva nel Tigray

12 ottobre 2021
Addis Abeba , 12. Sale la tensione in Etiopia. Il Fronte popolare di liberazione del Tigray (Tplf) ha denunciato l’inizio di una nuova offensiva militare governativa su larga scala nella regione tigrina, teatro dal novembre 2020 di un sanguinoso conflitto tra il governo federale e le forze ribelli. Per ora non vi sono conferme da parte di Addis Abeba sull’offensiva, che viene denunciata a pochi giorni dall’insediamento del premier Abiy Ahmed per un secondo mandato. Il portavoce del Tplf, Getachew Reda, ha riferito di una serie di «attacchi coordinati su tutti i fronti». Le forze ribelli starebbero resistendo alle truppe federali che, impiegando artiglieria, carri armati, caccia e droni, tentano di «invadere nuovamente» la regione. «Migliaia» di combattenti governativi si sarebbero avvicinati alle ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno