· Città del Vaticano ·

La valdese Erica Sfredda eletta presidente del Sae

11 ottobre 2021
Milano, 11. La valdese Erica Sfredda è stata eletta presidente del Segretariato attività ecumeniche (Sae), l’associazione interconfessionale di laiche e laici, nata in ambito cattolico, che promuove l’ecumenismo e il confronto a partire dal dialogo ebraico-cristiano. È la prima volta che la guida di questa realtà è conferita a una figura non cattolica: un significativo segnale per un cammino che fin dai primi anni della propria storia, illuminata dalla fondatrice e prima presidente, Maria Vingiani, ha assunto la laicità e l’interconfessionalità come elementi caratterizzanti della scelta di testimonianza e della proposta di servizio ecumenico nella realtà italiana. Fu lei, sullo slancio del concilio Vaticano ii, e con il sostegno del cardinale Agostino Bea, a dare impulso ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno