· Città del Vaticano ·

Il voto per le legislative

Iraq, bassa affluenza e boicottaggi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 ottobre 2021
Baghdad, 11. Chiusi i seggi per le elezioni parlamentari in Iraq. L’affluenza alle urne è stata molto bassa. Il voto, che si è svolto con sei mesi di anticipo, è stato caratterizzato anche dal boicottaggio da parte di molti dei giovani attivisti che hanno affollato le strade alla fine del 2019 per protestare contro la corruzione e la cattiva gestione degli affari pubblici. I risultati sono attesi entro le prossime 48 ore, secondo l’organismo indipendente che sovrintende alle elezioni irachene. Si prevede che i negoziati per la scelta di un primo ministro incaricato di formare un governo si trascineranno per mesi. Il nuovo Parlamento sarà anche chiamato a eleggere il nuovo presidente dell’Iraq. Almeno 167 partiti e più di 3.200 candidati sono in competizione per 329 seggi in Parlamento, secondo la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno