· Città del Vaticano ·

La crisi ecologica minaccia
la vita stessa della terra

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
07 ottobre 2021

Nuovo appello del Pontefice per salvare il pianeta da scelte politiche
ed economiche scellerate


Per arginare la crisi ecologica che «ormai minaccia la vita stessa sulla terra», urge preservare il Creato da «azioni scellerate», ispirate da politiche e teorie economiche «legate al risultato immediato, a vantaggio di pochi». La denuncia di Papa Francesco è riecheggiata nell’aula magna della Pontificia università Lateranense, dove stamane si è svolto l’atto accademico per l’istituzione di un ciclo di studi in «Ecologia e Ambiente. Cura della nostra Casa Comune e Tutela del Creato» e di una cattedra dell’Unesco «sul futuro dell’educazione alla sostenibilità». Insieme con il vescovo di Roma vi hanno partecipato il patriarca ecumenico Bartolomeo, da sempre in prima linea nella salvaguardia dell’ambiente, e la direttrice generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura Audrey Azolay. «L’attività accademica — ha rimarcato il Pontefice nel suo discorso — è chiamata a favorire la conversione ecologica integrale per preservare lo splendore della natura, anzitutto ricostruendo la necessaria unità tra le scienze naturali e sociali con quanto offre la riflessione teologica, filosofica ed etica».

Il discorso del Papa