· Città del Vaticano ·

In dialogo

Chiamati a sollevare gli scartati

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
06 ottobre 2021
A un anno dalla pubblicazione dell’enciclica Fratelli tutti, i concetti lì contenuti sulla generosità e sulla solidarietà continuano a essere non solo attuali, ma anche imprescindibili per ricostruire un mondo post-pandemia. Al n. 116 leggiamo: «Solidarietà è una parola che non sempre piace; direi che alcune volte l’abbiamo trasformata in una cattiva parola, non si può dire; ma è una parola che esprime molto più che alcuni atti di generosità sporadici. È pensare e agire in termini di comunità, di priorità della vita di tutti sull’appropriazione dei beni da parte di alcuni. È anche lottare contro le cause strutturali della povertà, la disuguaglianza, la mancanza di lavoro, della terra e della casa, la negazione dei diritti sociali e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno