· Città del Vaticano ·

Per un’educazione al servizio della fratellanza universale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
05 ottobre 2021

«Una rinnovata azione educativa che possa far crescere nel mondo la fratellanza universale»: l’ha invocata Papa Francesco parlando ai rappresentanti delle religioni riuniti nella Sala Clementina stamane, martedì 5 ottobre — Giornata mondiale degli insegnanti — per l’incontro sul tema «Religions and Education: towards a Global Compact on Education» nell’ambito del Patto educativo globale promosso dallo stesso Pontefice il 12 settembre 2019 per educare le nuove generazioni alla fraternità, alla pace e alla giustizia. Quattro in particolare gli impegni condivisi e rilanciati dal Pontefice: «non usare mai il nome di Dio per giustificare la violenza e l’odio verso altre tradizioni religiose»; «accogliere l’altro così come è»; «difendere con fermezza» i diritti «delle donne, dei minori, dei più deboli», insegnando «alle nuove generazioni a essere voce dei senza voce»; «essere voce della natura che grida per la sua sopravvivenza e formare noi stessi e le nuove generazioni a uno stile di vita più sobrio ed ecosostenibile».

Pagine 2 e 3