· Città del Vaticano ·

Attività militari sul cielo di Taiwan

05 ottobre 2021
Taipei , 5. Dal primo ottobre, anniversario della fondazione della Repubblica popolare cinese, Pechino ha lanciato una serie di incursioni aeree — almeno 150 secondo le agenzia di stampa — nelle zone di identificazione di difesa aerea di Taiwan. La dimostrazione di forza è maturata dopo il passaggio nello Stretto di Taiwan di una nave militare britannica, inviata — secondo Pechino — con «disegni sinistri», alla luce del nuovo patto sulla sicurezza Aukus, siglato da Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia sulla produzione di sottomarini nucleari a Canberra. Il ministero della Difesa di Taipei ha fatto decollare aerei da combattimento come allerta, mentre i sistemi missilistici sono stati schierati in un’operazione di monitoraggio. In un articolo pubblicato dalla rivista «Foreign Affairs», il presidente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno