· Città del Vaticano ·

Il governo libanese pronto ai negoziati per ricevere gli aiuti dell’Fmi

04 ottobre 2021
Beirut, 4. Il governo libanese presieduto dal premier Najib Miqati ha formalizzato nelle ultime ore la creazione della commissione incaricata di negoziare con il Fondo monetario internazionale (Fmi) l'accesso del Libano agli aiuti per uscire dalla crisi finanziaria. I media di Beirut riferiscono che la commissione è stata formata dopo una serie di negoziazioni tra il premier Miqati e il presidente della Repubblica Michel Aoun, a capo di uno dei partiti della coalizione al governo e di maggioranza in Parlamento. La commissione, stando ai media, è composta dal vice premier Saade Shami, dai ministri delle finanze Yussef Khalil e dell’economia Amin Salam, dal governatore della Banca centrale Riad Salame, e da due consiglieri vicini alla presidenza della Repubblica. Non è noto quando, e in che modalità, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno