· Città del Vaticano ·

Mentre si ricordano le vittime del naufragio del 2013

Cinquecento migranti riportati in Libia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 ottobre 2021
Tripoli , 4. La Guardia costiera libica ha intercettato, ieri, un barcone con 500 migranti diretti in Europa. Le persone a bordo sono state fatte sbarcare in una raffineria di Azzawiya, uno dei principali punti di partenza in Libia per migranti e rifugiati. Tra loro c’erano persone provenienti da Somalia, Sudan, Bangladesh, Siria, ha twittato l’Agenzia dell’Onu per i Rifugiati (Unhcr) in Libia. L’intercettazione di domenica è, però, solo l’ultima di una lunga serie. Si intensificano, infatti, le traversate e i tentativi di fuga dalla nazione nordafricana verso le coste europee. Il salvataggio è avvenuto a due giorni dalla notizia della detenzione di oltre 4.000 persone, tra cui donne e bambini, nell’ambito di una massiccia operazione di sicurezza delle autorità di Tripoli avvenuta Gargaresh, zona della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno