· Città del Vaticano ·

Gli ottant’anni di David Crosby

Un Ulisse coperto di sale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 ottobre 2021
David Crosby ha compiuto 80 anni lo scorso 14 agosto. Poche settimane prima ha dato alle stampe il suo ottavo album solista, For Free. Entrambi gli eventi hanno del prodigioso. Nel 1985, al culmine di una personale perdizione e sull’orlo del baratro, Crosby aveva pubblicato un solo album a suo nome, e nessuno avrebbe scommesso mezzo dollaro non solo sulla sua carriera futura di musicista, ma sulla sua stessa sopravvivenza. In quel lungo decennio di spreco ed esilio, se qualcuno gli avesse predetto che nel 2021 tutti i magazine del mondo si sarebbero occupati di lui ottantenne, Crosby lo avrebbe certamente preso per matto. Negli anni ‘80 il principe del raga-rock era uno spettro: lontani i fasti dei tour con Stills, Nash e Young, perduta la leadership indiscussa che il Flower Power gli aveva assegnato, ancora più remoti i luminosi ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno