· Città del Vaticano ·

Sei pronto?

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
01 ottobre 2021

«Sei pronto?» Interpella e raggiunge direttamente ciascuno la domanda di Francesco all’inizio del videomessaggio con l’intenzione per il mese di ottobre diffusa attraverso la Rete mondiale di preghiera del Papa. E sì, «sei pronto?». Perché, fa presente il Pontefice, «Gesù chiede a tutti noi, e anche a te, di essere discepoli missionari».

«Discepoli missionari», dunque per incoraggiare uno stile fortemente in relazione con l’inizio del cammino sinodale della Chiesa e anche con la Giornata missionaria mondiale, che si celebra domenica 17 ottobre. Di qui la formulazione dell’intenzione per ottobre della Rete mondiale di preghiera del Papa: «Preghiamo perché ogni battezzato sia coinvolto nell’evangelizzazione, disponibile alla missione, attraverso una testimonianza di vita che abbia il sapore del Vangelo».

«Basta essere disponibili alla sua chiamata — sono le parole del Papa nel video — e vivere uniti al Signore nelle cose più quotidiane: il lavoro, gli incontri, le occupazioni di ogni giorno, le vicende di ogni giorno, lasciandoci guidare sempre dallo Spirito Santo».

«Se ti muove Cristo, se fai le cose perché Cristo ti guida, gli altri se ne rendono conto facilmente» rilancia Francesco. «E la tua testimonianza di vita — aggiunge — suscita ammirazione, e l’ammirazione fa sì che altri si chiedano: “Com’è possibile che sia così?”, o “Da dove vengono a questa persona l’amore con cui tratta tutti, l’amabilità, il buonumore?”».

«Ricordiamo che la missione non è proselitismo» — prosegue il Papa nel video messaggio — perché «si basa su un incontro tra persone, sulla testimonianza di uomini e donne che dicono: “Io conosco Gesù, mi piacerebbe che lo conoscessi anche tu”».

In conclusione Francesco invita a pregare «perché ogni battezzato sia coinvolto nell’evangelizzazione e sia disponibile alla missione, attraverso la sua testimonianza di vita. E perché questa testimonianza di vita abbia il sapore del Vangelo».

Diffuso attraverso il sito www.thepopevideo.org, il filmato tradotto in 23 lingue è stato creato e prodotto dalla Rete mondiale di preghiera in collaborazione con l’agenzia La Machi e il Dicastero per la comunicazione.