· Città del Vaticano ·

Analisi

La crisi abitativa in Europa

01 ottobre 2021
Sempre più persone, in Europa, stanno sperimentando gli effetti deleteri derivanti dalla crisi abitativa. Le spese di mantenimento di un immobile, unite a quelle degli affitti e delle bollette, gravano sui conti bancari dei cittadini. Nelle città la situazione è così complessa che alcuni devono rinunciare a viverci mentre altri devono scendere a compromessi ed accettare di abitare in edifici sovraffollati, costosi e scarsamente isolati a livello termico. La libera scelta del proprio alloggio è, come ricordato dal Parlamento europeo, un diritto fondamentale troppo spesso negato. Questa problematica pare essere radicata nel tempo se si pensa che un cittadino europeo su dieci, già prima dello scoppio della pandemia, spendeva il 40% dei propri introiti in spese abitative. La presenza di un numero ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno